|
adsp napoli 1
17 maggio 2022, Aggiornato alle 08,51
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Cabotaggio internazionale, da febbraio in vigore nuove norme

Previsti una serie di obblighi per gli autisti che attraversano frontiere Ue


Nel corso del mese di febbraio cambieranno alcune procedure per il cabotaggio internazionale, in attuazione delle norme rientranti nel Primo Pacchetto Mobilità, che innovano le precedenti disposizioni stabilite dal Regolamento UE 1072/2009. Resta in vigore il limite massimo di 3 trasporti nazionali durante una settimana nel Paese in cui il veicolo industriale straniero entra nell'ambito di un autotrasporto internazionale, con la novità che introduce l'obbligo di effettuare un "periodo di raffreddamento" (cooling off), ossia non si potranno svolgere altre attività di cabotaggio per i 4 giorni successivi all'uscita da quel Paese.

Previste anche nuove procedure per dimostrare la regolarità del cabotaggio: la prima entrerà in vigore già da oggi 2 febbraio e consiste nell'obbligo per l'autista di segnare manualmente ogni passaggio di frontiera, nel caso non lo faccia in modo automatico il cronotachigrafo. La seconda decorre dal 21 febbraio e prevede l'obbligo per l'autista di portare in cabina i documenti che attestino la correttezza e la regolarità dei trasporti svolti in regime di cabotaggio. Tra questi potrà esserci l'E-Cmr, che però in Italia non è ancora stato attivato.

Il Primo Pacchetto Mobilità prevede anche una modifica delle norme di cabotaggio relative ai trasporti stradali iniziali e terminali nell'ambito di un trasporto combinato strada-rotaia e strada-mare. In questo caso, l'applicazione non è automatica bensì lasciata alla decisione dei singoli Stati.