|
napoli
22 febbraio 2019, Aggiornato alle 16,38
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat
Eventi

Bari, ambasciatore svizzero visita porto

Giancarlo Kessler ha incontrato il presidente Griffi e la Capitaneria


Il presidente dell'Autorità di sistema Portuale dell'Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, nei giorni scorsi ha invitato in Puglia l'ambasciatore elvetico in Italia, Giancarlo Kessler, per una visita di cortesia. 

Dopo gli incontri istituzionali di rito, l'ambasciatore è arrivato a Brindisi dove si è svolta una cena con i rapprentanti istituzionali cittadini e alcuni operatori economici, nel corso della quale si è discusso della possibilità di avviare nuove collaborazioni commerciali con il Paese elvetico. 

Grazie alla disponibilità del comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi, C.V. (CP) Salvatore Minervino, l'ambasciatore, accompagnato dalla moglie, ha visitato il porto di Brindisi a bordo di una motovedetta della Capitaneria. Il presidente e il segretario generale dell'Adsp, Salvatore Giuffrè, hanno illustrato al diplomatico le di infrastrutturazione avviate nel porto. «Investire nella logistica - commenta Griffi - vuol dire investire nei trasporti, nella movimentazione delle merci, nelle infrastrutture e nella fiscalità con notevoli ricadute sulle opportunità di lavoro. Fare sistema per la Puglia significa attrarre mercati senza sbocchi al mare, come la Svizzera che, tra l'altro, compra moltissimi prodotti proprio nella nostra regione».

Kessler ha anche visitato il COSPAS- SARSAT (stazione satellitare italiana con sede a Bari) e partecipato ad un convegno organizzato a Manfredonia da Confindustria sui temi delle infrastrutture, della logistica, della portualità e dei trasporti. «Ho preso contezza di alcuni investimenti svizzeri, specialmente nel campo energetico», commenta l'ambasciatore. «Ritengo – conclude - che il nuovo processo di sviluppo impresso dall'AdSP e la politica dei trasporti svizzera siano accomunati da una medesima vision strategica finalizzata allo sviluppo della logistica: utilizzare un servizio integrato mare-ferrovia che sia quanto più possibile ecocompatibile».