|
napoli
22 febbraio 2019, Aggiornato alle 16,38
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat
Armatori

Automotive, gare coordinate. Multati nove armatori

38 milioni di dollari di multa dalla Fair Trade Commission (Corea del Sud) per K-Line, Osk, Nyk, Eastern, Nissan, Wallenius, Eukor, Zim e Csav


Con l'accusa di aver concordato le offerte per non soffrire la concorrenza nel trasporto delle autovetture, nove compagnie marittime sono state multate per 38 milioni di dollari circa dalla Fair Trade Commission della Corea del Sud. Le compagnie sono le giapponesi K-Line, Osk Lines, Nyk, Eastern Car Liner e Nissan Motor Car Carrier, la norvegese Wallenius Wilhelmsen Logistics, la sudcoreana Eukor Car Carriers l'israeliana Zim e la cilena Csav. C'è anche una decima compagnia coinvolta nell'indagine, la norvegese Hoegh Autoliners, ma non gli è stata commiata alcuna sanzione.

I nove armatori, secondo la Fair Trade Commission, in occasione delle gare lanciate dalle case automobilistiche, coordinavano le offerte da fare per spartirsi il mercato delle automotive senza subire concorrenza. Le aziende automobilistiche interessate sono le maggiori: General Motors, Renault, Fiat, Volvo, Bmw, Daimler, Porsche, Audi, Volkswagen, Toyota, Chrysler e Hino. La cooperazione scorretta sarebbe andata avanti tra agosto 2002 e settembre 2012.

-
Nella foto il presidente della Fair Trade Commission, Kim Sang-jo