|
napoli 2
26 luglio 2021, Aggiornato alle 17,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Alta velocità Napoli-Cancello, installato il primo viadotto

Ad esso seguiranno altri due ponti ad arco. L'intervento rientra nella linea ferroviaria Napoli-Bari, che permetterà di collegare Puglia e Lombardia in sei ore

Il viadotto sulla Napoli-Cancello

Passi avanti per l'alta velocità ferroviaria tra Napoli e Bari. È stato infatti installato nel comune di Acerra, in provincia di Napoli, il primo di tre ponti ad arco della Napoli-Cancello, ad opera della società Webuild. L'intervento rientra nella linea commissionata da Rete Ferroviaria Italiana, Gruppo FS Italiane e i ponti sono stati progettati da Italferr. 

La linea ferroviaria Napoli-Bari punta a diventare un asse strategico per lo sviluppo della mobilità nel Sud Italia, con tempi di percorrenza quasi dimezzati tra Napoli e Bari, collegate in sole due ore, permettendo di viaggiare di conseguenza da Milano a Bari in sei ore. Le due tratte a cui sta lavorando il Gruppo (la Napoli-Cancello e la Apice-Hirpinia) vedono oggi all'opera 600 persone, destinate a diventare 930 entro il 2022. Personale a cui si aggiunge la filiera di fornitori, che sulla sola tratta Napoli-Cancello è rappresentata da trecento aziende italiane di cui 183 del Meridione.

Il ponte installato, come gli altri due che saranno posizionati nei prossimi mesi, ha un peso di 2,500 tonnellate, è lungo circa 80 metri e ha un'altezza di 21. Dopo una serie di attività preliminari per la sistemazione dell'asse stradale, il ponte, con un'operazione durata circa 10 ore, è stato preso in carico da 18 speciali carrelloni che hanno distribuito il peso su 104 assi gommati, per essere poi issato a circa 6 metri da terra tramite torri di sollevamento strand jack.

La tratta Napoli Cancello in cui è stato posizionato il viadotto consentirà di portare i binari della linea a servizio della stazione ad alta velocità di Napoli-Afragola, costruita dalla società Astaldi parte del Gruppo Webuild, stazione che una volta operativa diventerà hub per l'interscambio passeggeri tra i servizi regionali e l'alta velocità. Il tracciato si articola per circa 15,5 chilometri nei territori di Casoria, Casalnuovo, Afragola, Caivano e Acerra. La seconda tratta, Apice-Hirpinia, invece, supera i 18 chilometri e prevede l'attraversamento dell'Appennino e la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia. Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico.

Tag: ferrovie - napoli