|
napoli 2
23 giugno 2021, Aggiornato alle 19,08
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

A Venezia arriva Vortex, rimorchiatore Panfido

Oltre settemila cavalli di potenza e tiro a punto fisso di 73 tonnellate, sufficienti per le grandi navi da crociera. Ventiseiesima unità per la storica società, tredicesima operativa nel porto veneto

Vortex, nuovo rimorchiatore operativo a Venezia

Si arricchisce di una nuova unità la flotta di Rimorchiatori Riuniti Panfido, in servizio nel porto di Venezia.

Si chiama Vortex ed è arrivato a Venezia questa mattina. Un rimorchiatore ad alte prestazioni sia in acque portuali che in mare aperto. Ha una stazza lorda 839 tonnellate, è lungo circa 38 metri e largo 14, con una potenza motori di 7,208 BHP (Cavallo vapore britannico); la capacità di tiro a punto fisso è fino a 73 tonnellate, oltre ad essere dotato di dispositivi di ultima generazione per i servizi antincendio e antinquinamento.

Costruito nel 2010 dai cantieri spagnoli Astilleros Gondan su progetto Robert Allan, negli ultimi anni ha prestato servizio nel Mar del Nord sotto bandiera norvegese. 

Il Vortex è destinato a prestare servizio a Venezia in rinforzo alla flotta di 13 rimorchiatori attualmente in concessione, «in virtù delle ordinanze di obbligatorietà esistenti specialmente per le navi da crociera, che richiedono rimorchiatori di grossa potenza», spiega Davide Calderan, presidente e amministratore delegato di Rimorchiatori Riuniti Panfido, fondata come Società dei Rimorchiatori a Vapore nel 1880 dai fratelli Carlo ed Angelo Panfido. «Per quest'anno – continua Calderan - abbiamo in previsione anche la fine della costruzione del mezzo SBBT, composto da 2 unit: Power Unit e Cargo Unit. La Power Unit sarà un rimorchiatore a dual-fuel con potenze e grandezze simili a quelle del nuovo arrivato e dell'Edda C e dell'Elma C (7.300 cavalli). Questo renderà Venezia uno dei primi porti italiani ad avere un rimorchiatore in porto che opera a energia pulita».

Con Vortex la flotta raggiunge le 26 unità. «Proseguiamo – conclude Calderan - il nostro piano di rafforzamento volto a garantire al porto di Venezia un servizio di rimorchio sempre più efficace e competitivo, anche in relazione alla particolarità della laguna ed alle moderne dimensioni delle flotte degli utenti. La nostra mission è assicurare e contribuire alla massima sicurezza del porto e della città, affinché Venezia possa continuare nel suo percorso di grande realtà portuale preservando le evidenti necessità di tutela».