|
adsp napoli 1
18 giugno 2024, Aggiornato alle 17,24
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

A Taranto Costa Crociere velocizza i controlli e fa beneficenza

Ogni sabato i cibi non consumati sono donati al Banco Alimentare Puglia Onlus. E gli arredi non più utilizzati vengono consegnati ad associazioni locali


Costa Crociere rafforza il suo legame con Taranto, che dal 3 giugno è diventata un nuovo porto di scalo della compagnia italiana, grazie al debutto di Costa Pacifica. Ogni sabato, sino al 7 ottobre, la nave visiterà la città nell'ambito di un itinerario di una settimana diretto a Catania, La Valletta (Malta), Mykonos (Grecia), Santorini (Grecia).

Nel pieno della stagione estiva, grazie alla collaborazione con le autorità locali, Costa ha potuto contare su alcune importanti novità. La prima è una velocizzazione delle procedure di controllo al Varco Est degli ospiti in imbarco a Taranto, che ha visto il coinvolgimento dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, in particolare del Presidente, Sergio Prete, e del Dirigente della Direzione Operativo e Sicurezza, Giuseppe Lecce; della Capitaneria di Porto di Taranto, nello specifico del Comandante CV Rosaio Meo; della Polizia di Frontiera Marittima; e di Taranto Cruise Port, in particolare di Raffaella Del Prete, Direttore Generale dei Porti Crocieristici italiani di Global Ports Holding.

Oltre a questo, Costa a Taranto è riuscita ad attivare due importanti iniziative con finalità sociali sul territorio, grazie alla collaborazione dell'Ufficio Veterinario PCF di Taranto, in particolare del dott. Fabrizio Basile, del Ministero Della Salute - Ufficio Sanità Marittima di Taranto, in particolare della dott.ssa Fiore, e dell'Agenzia Delle Dogane - Ufficio Delle Dogane di Taranto. La prima iniziativa sociale è legata al recupero e il riutilizzo delle eccedenze alimentari prodotte a bordo. Già attivo in alcuni porti italiani e internazionali, questo programma a sostegno dei più bisognosi, che Costa ha proposto per prima nel settore, è arrivato dall'8 luglio anche Taranto, con la collaborazione del Banco Alimentare Comitato della Puglia Onlus. La sera precedente l'arrivo della nave, al termine della cena, vengono raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione che non sono stati serviti agli ospiti – i cosiddetti "ready to eat". I pasti sono poi riposti in appositi contenitori di alluminio che vengono sigillati ed etichettati per garantirne la tracciabilità, e successivamente conservati nelle celle frigorifere di bordo. Il giorno seguente, dopo l'attracco della nave al porto di Taranto, i contenitori con il cibo sono sbarcati e consegnati ai volontari del Banco Alimentare, che provvedono a donarli all'Associazione Nazionale Famiglie di Taranto. In ogni scalo vengono sbarcati circa 100 pasti completi.

La seconda iniziativa sociale è stata il 17 giugno, quando Costa Pacifica ha sbarcato a Taranto oltre 500 sedie, donandole a tre associazioni del territorio: ANAFIM (Associazione Nazionale per l'Assistenza ai figli minorati di dipendenti ed ex dipendenti militari e civili del Ministero della Difesa); ANFFAS (Associazione Nazionale di famiglie di persone con disabilità Intellettive e/o Relazionali); Pro Loco di Pulsano. Lo sbarco e donazione di materiali e arredi di bordo, ancora in buone condizioni ma non più utilizzati, fa parte del Progetto Assistenza Materiale seguito da Costa Crociere Foundation, che si impegna a sostenere le comunità ispirandosi ai principi dell'economia circolare e della responsabilità sociale.