|
Porto di Napoli
16 ottobre 2018, Aggiornato alle 19,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Venezia "frena" le grandi navi. Da luglio le regole per il transito in laguna

La Capitaneria prevede un taglio del 10-15% già nel primo anno


In base a parametri specifici e rigorosi, dal mese di luglio saranno selezionate le navi da crociera che potranno continuare ad attraversare la laguna di Venezia. Con una ordinanza della Capitaneria di Porto viene infatti messo il primo punto fermo di un percorso che dovrà portare, nel giro dei prossimi anni, a ridurre progressivamente il traffico dei giganti del mare. A partire da un taglio del 10-15% già nel primo anno.

 

La selezione, ispirata all'accordo Venice Blue Flag, non sarà basata sul tonnellaggio delle imbarcazioni, considerato un aspetto poco rilevante in termini di rispetto ambientale, quanto su elementi come la massa di acqua spostata dalla carena, il tipo di propulsore o il carburante con minore percentuale di zolfo impiegato. L'ordinanza spiega che, tenendo fisso il limite di 96 mila tonnellate e rispettando determinati parametri, incluso quello paesaggistico, le navi di stazza superiore alle 40 mila tonnellate passeranno solo se il sistema di valutazione lo consentirà.

 

Questo rigoroso criterio, spiega la Capitaneria, solleciterà le compagnie che utilizzeranno ancora Venezia come home port, a progettare navi sempre più green e a impatto ridotto. Multe salate per i trasgressori, come previsto dal codice della navigazione, che saranno ritenuti civilmente responsabili dei danni eventuali a cose e persone dal mancato rispetto dell'ordinanza.