|
napoli 2
21 settembre 2020, Aggiornato alle 18,35
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Vado Gateway avvia la cassa integrazione

Traffico in netto calo. Interesserà 311 lavoratori di Container Terminal e Reefer Terminal fino al 9 agosto

Il terminal di Vado Ligure durante l'inaugurazione (gruppoperonieventi.it)

I vertici di Vado Gateway, il nuovo grande polo container del porto di Genova che ha aperto i battenti a dicembre 2019, hanno comunicato ai sindacati l'avvio della cassa integrazione ordinaria per un massimo di 311 lavoratori.

L'ammortizzatore sociale durerà 9 settimane, fino al 29 agosto, e riguarderà il personale di Container Terminal (161 lavoratori) e Reefer Terminal (150). La cassa potrà essere prorogata per altre cinque settimane, un'eventualità che sarà determinata dall'andamento dei traffici.

Alla base della scelta, ha spiegato l'azienda nel corso di un incontro tra le parti all'Unione industriali, il ridimensionamento del flusso merci dovuto al lockdown e alla limitazione agli spostamenti tra i Paesi, con un impatto senza precedenti nell'interscambio commerciale. I terminal container, in particolare, stanno soffrendo un drastico calo del traffico. 

Vado Gateway ha rassicurato che si tratta di una cig con un impatto relativo sui lavoratori. Per il Reefer Terminal, comunica l'azienda, lunedì prossimo è prevista un'assemblea dei lavoratori che voterà per una «nuova riorganizzazione del lavoro che, se approvata, ridurrà significativamente l'impatto del provvedimento».

-
credito immagine in alto

Tag: genova - maersk - lavoro