|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Taranto, i turchi interessati al Molo Polisettoriale

È giunta all'Autorità di Sistema una domanda di concessione da parte della YilPort Holding A.S.


L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio rende noto di aver ricevuto il 3 luglio a Taranto una domanda di concessione per "l'occupazione e l'uso totale dell'intero compendio portuale denominato Molo Polisettoriale (con eccezione della Calata 5 ed aree retrostanti), nonché l'uso delle attrezzature e/o delle installazioni attualmente ivi presenti". L'istanza è stata presentata dalla turca YilPort Holding A.S. - attualmente tredicesimo operatore terminalistico portuale a livello mondiale - controllata al 100% da Yildirim Holding A.S., quest'ultima proprietaria del 24% di Cma Cgm. Scopo della domanda è lo sviluppo dei traffici commerciali e della logistica, con particolare riferimento alla movimentazione dei container, di merce varia e ro-ro, con volumi progressivi attesi superiori a quelli consentiti dalla capacità massima del Molo Polisettoriale.

La Società, spiega la nota dell'Authority, ha dichiarato che "l'incremento dei volumi sarà supportato tramite significativi investimenti sul piano economico/finanziario, con importanti ripercussioni sotto il profilo occupazionale". Il Comitato di Gestione dell'AdSP del Mar Ionio ha quindi deliberato il 4 luglio, su proposta del presidente dell'AdSP, Sergio Prete, "la sospensione della procedura di confronto avviata con lo strumento del dialogo competitivo sulle precedenti istanze sino all'esito dell'attività di verifica - da compiersi da parte della AdSP medesima - con riferimento alla domanda di rilascio della concessione presentata dalla cennata YilPort Holding A.S., per la successiva adozione di provvedimenti finalizzati al perseguimento del pubblico interesse".