|
adsp napoli 1
02 dicembre 2022, Aggiornato alle 17,37
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Saipem ottiene commesse per 1,6 miliardi dall'inizio dell'anno

Tre nuovi contratti in Medio Oriente e due in Africa per un importo complessivo di 800 milioni di dollari: perforazioni e ultra deep-water

(Offshore Norge/Flickr)

Saipem ha ottenuto nuovi contratti di perforazione offshore, tre in Medio Oriente e due in Africa occidentale, per un importo complessivo di circa 800 milioni di dollari. Tale valore è considerato al netto dei costi di leasing delle navi utilizzate per i lavori. Dall'inizio del 2022 Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel segmento delle perforazioni offshore per un importo complessivo di circa 1,6 miliardi di euro equivalenti.

In Medio Oriente sono stati assegnati due nuovi contratti per due unità di perforazione Jack-Up ad alta specifica, il Perro Negro 12 e il Perro Negro 13, noleggiate da terzi per le attività di perforazione e workover sui progetti specifici. La durata delle operazioni sarà di cinque anni più due anni facoltativi per la prima unità e di tre anni più un anno facoltativo per la seconda unità. L'inizio di entrambi i progetti è previsto tra il terzo e il quarto trimestre 2023. Il terzo contratto comprende l'estensione di cinque anni di un contratto esistente per l'unità Jack-Up ad alta specifica Sea Lion 7, unità di perforazione autosollevante altamente versatile in grado di per operare fino a 375 piedi di profondità d'acqua.

In West Africa, Saipem si è aggiudicata due contratti nel segmento ultra deep-water per operazioni di perforazione con la Drillship Saipem 12000 di sesta generazione.

Il primo contratto è stato assegnato da Eni Costa d'Avorio per le operazioni di perforazione nell'offshore della Costa d'Avorio, che dovrebbero iniziare nel quarto trimestre 2022 e prolungare le attuali attività dell'impianto nell'area di circa sei mesi. Il secondo contratto è stato assegnato da Azule Energy per la perforazione, il completamento e il collaudo di pozzi di sviluppo ed esplorazione nell'offshore dell'Angola nel blocco 15/06 operato da Eni Angola. Il contratto avrà la durata necessaria per perforare e completare 12 pozzi fissi (la durata stimata è di 26 mesi) e prevedono la possibilità di proroga per un periodo facoltativo. L'avvio del progetto è previsto nel 2023 in continuità con i precedenti lavori dell'impianto in West Africa.

«Queste acquisizioni a lungo termine in Medio Oriente confermano la strategia di Saipem verso quest'area chiave per il suo business e le acquisizioni in Africa occidentale assicurano la continuità delle operazioni in linea con la strategia di Saipem per il mercato delle acque ultraprofonde in quest'area», scrive Saipem in una nota

Tag: petrolio