|
adsp napoli 1
26 novembre 2022, Aggiornato alle 18,56
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Riparte il cantiere del porto commerciale di Fiumicino: Tar respinge ricorso

Rigettata l'istanza dell'ANCE e di alcuni operatori portuali che avanzavano pregiudizi sul rincaro dei prezzi delle materie prime


Con sentenza dell'8 novembre il Tar Roma ha rigettato il ricorso che l'ANCE, l'Associazione Nazionale Costruttori Edili, e diversi operatori economici avevano proposto per annullare la gara dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centro Settentrionale (Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta) relativa alla realizzazione del primo stralcio del porto commerciale di Fiumicino del valore di circa 50 milioni di euro.

Il giudice ha disposto anche la condanna alle spese dei ricorrenti. L'iniziale sospensione degli atti di gara disposta dal Tar su istanza dei ricorrenti, che adducevano gravi pregiudizi per il caro prezzi provocato dal conflitto in Ucraina, aveva avuto un'eco nazionale sugli organi di stampa specializzati.

«Il Tar - commenta il presidente dell'autorità portuale, Pino Musolino - ha valorizzato la bontà e la correttezza procedimentale e sostanziale degli atti tecnico-amministrativi e delle difese dell'autorità in giudizio e ha attestato la congruità dei prezzi a base di appalto. Per dare concreto avvio a tale gara, all'esito di un'articolata istruttoria, avevamo provveduto ad incrementare del 30 per cento il quadro economico dell'intervento ottenendo una quota di finanziamento da parte della Banca Europea degli Investimenti. Si tratta di un'infrastruttura prioritaria per lo sviluppo del Paese individuata nel documento pluriennale di pianificazione. Ora, dopo una lunga sospensione, andiamo avanti senza indugio per consentire sollecitamente la conclusione della gara e l'avvio dei lavori del primo porto commerciale da realizzarsi in Italia dal dopoguerra».