|
adsp napoli 1
26 novembre 2022, Aggiornato alle 18,56
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Rif Line acquista la sua prima portacontainer

L'azienda con sede a Roma - e uffici in Cina, Hong Kong, Bangladesh, Giappone, Sri Lanka e Turchia - vuole diventare tra le prime cento società di shipping del mondo

La portacontainer "Burgundy" (vesseljoin.com)

Con il supporto finanziario di AD Capital Consulting, Rif Line International a acquistato la sua prima portacontainer, Burgundy, unità da 3,200 TEU di capacità. Un'operazione, di cui non è nota la cifra, utile a consolidare l'azienda tra le prime cento società di navigazione al mondo. Oltre a Burgundy, tramite la compagnia di navigazione Kalypso, Rif Line gestisce una flotta costituita da cinque unità in charter con capacità tra i 700 e i 3 mila TEU. 

«Si tratta della nostra prima nave. Altre seguiranno stando però sempre ben attenti all'equilibrio finanziario a trovare le giuste condizioni perché anche i prossimi ingressi siano appunto opportunità di sviluppo e di crescita per la nostra azienda», spiega Francesco Isola, amministratore delegato di Rif Line. «La nostra nave - continua - batte la bandiera italiana, dimostrando con i fatti che in Italia ci sono aziende in grado di competere sui principali mercati commerciali mondiali, in grado di giocare a pari titolo nei grandi scacchieri internazionali». 

Rif Line International è una società italiana attiva nel settore della logistica internazionale tramite tre marchi: Kalypso Compagnia di Navigazione, che rappresenta la società di gestione della flotta di navi ed equipment del gruppo offrendo servizi di linea verso Cina, Indonesia e Bangladesh verso l'Italia e linee intramediterranee tra Turchia, Libia, Italia, Tunisia, Marocco e Spagna; Rif Line, una casa di spedizione con un network di freight forwarding con uffici in Italia, Cina, Hong Kong, Bangladesh, Giappone, Sri Lanka e Turchia. Infine CSI, società che gestisce il terminal logistico di Santa Palomba (Rif Line Logistics Centre) e svolge attività di spedizioniere doganale e di gestione della logistica conto terzi. C'è poi il Rif Line Logistics Centre di roma, fiore all'occhiello della struttura logistica di Rif Line, un'area di 60 mila metri quadri di cui 20 mmila di magazzini, per la gestione dei contratti di logistica conto terzi, oltre a 10 mila metri quadri di container yard. 

Nell'operazione di acquisto della portacontainer, oltre ad AD Capital Consulting, figurano illimity Bank sia come arranger che come underwriter; Watson Farley & Williams come assistente di redazione e negoziazione; lo studio legale Mordiglia come consulente legale di RifLine nella transazione con i venditori e nella negoziazione con Illimity Bank; infine, Bancosta SAM come broker. 

-
credito immagine in alto