|
adsp napoli 1
23 maggio 2024, Aggiornato alle 14,05
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

Primi nove mesi 2023 di Fincantieri: "Progressione positiva"

L'amministratore delegato Folgiero ricorda i quattro miliardi di ordini acquisiti nel periodo

Pierroberto Folgiero

Con un "tesoretto" di 86 navi in portafoglio in consegna fino al 2030, il consiglio di amministrazione di Fincantieri, riunitosi sotto la presidenza del generale Claudio Graziano, ha approvato le informazioni finanziarie intermedie al 30 settembre 2023.

I risultati dei primi nove mesi registrano ricavi pari ad euro 5.383 milioni sostanzialmente in linea rispetto ai nove mesi 2022 (euro 5.315 milioni). L'EBITDA si attesta sui 276 milioni (euro 172 milioni nei 9 mesi 2022) con un EBITDA margin al 5,1% (vs. 3,2% nei 9M 2022).  La posizione finanziaria netta, pari ad euro 2.705 milioni (euro 2.531 milioni al 31 dicembre 2022) è in linea con l'andamento dei fabbisogni operativi e di investimento del periodo. Gli ordini acquisiti raggiungono i 4 miliardi di euro, di cui 1,9 miliardi nel terzo trimestre.

Il commento
"I risultati raggiunti nei primi nove mesi del 2023 – ha dichiarato Pierroberto Folgiero, amministratore delegato di Fincantieri – dimostrano una progressione positiva verso gli obiettivi che ci siamo dati nel nuovo piano industriale in termini operativi, economici e finanziari. La soddisfazione per la performance produttiva nasce dal fatto che le 17 navi che abbiamo consegnato nel periodo in 10 cantieri sono state realizzate grazie alla competenza ed alla dedizione delle nostre persone, avendole progettate durante il Covid e costruite in un contesto caratterizzato dall'escalation del costo dei materiali e da alcune difficoltà nel reperimento della manodopera. L'EBITDA in crescita in valore assoluto del 60% dimostra inoltre che allo sforzo operativo corrisponde anche un aumento della marginalità che si attesta al 5,1% in linea con le guidance fornite al mercato. Nei primi nove mesi abbiamo acquisito 4 miliardi di ordini, in aumento del 23% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, concretizzando le attese di crescita del piano industriale anche nel settore navale militare ed eolico offshore oltre che nella croceristica di lusso.

Folgiero ha concluso: "Il gruppo prosegue quindi nella positiva delivery del Piano Industriale 2023-2027 con l'implementazione delle iniziative strategiche volte a perseguire una posizione di leadership nell'innovazione del settore verso la nave digitale e green, insieme all'eccellenza operativa nell'execution del backlog anche attraverso la modernizzazione dei cantieri".