|
adsp napoli 1
12 aprile 2024, Aggiornato alle 18,59
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Porto di Napoli, rientra lo stato di agitazione

Firmato con le associazioni un protocollo d'Intesa da parte dell'Autorità Portuale, Dogana e Guardia di Finanza


Con la firma del protocollo d'intesa con le associazioni da parte di autorità portuale, Dogana e Guardia di Finanza, si chiude dopo cinque giorni lo stato di agitazione all'interno del porto di Napoli proclamato dalle imprese di autotrasporto del settore container associate a Fita-Cna. Ne dà notizia Fai Campania.

Sono stati stabiliti nuovi orari per i varchi, con aperture eccezionali e, soprattutto, l'impegno da parte dell'autorità di sistema portuale ad avviare un sistema automatizzato dei controlli ai varchi (una delle cause alla base delle congestioni logistiche che portano periodicamente alle proteste). Una maggiore digitalizzazione documentale, così da velocizzare le uscite e le entrate dei mezzi pesanti. 

Di seguito, i punti più importanti del verbale che sancisce l'accordo:

• in attesa che si realizzi il sistema automatizzato, sarà garantito un rapido controllo sulla base dei documenti doganali presentati con il numero del contenitore e numero di targa del veicolo;
• i varchi Bausan e Sant'Erasmo avranno la stessa operatività, con i seguenti orari: varco Bausan h24, varco Sant'Erasmo 7-19 (che si estende alle ore 21 in questa situazione di emergenza);
• l'autorità di sistema portuale si impegna a realizzare il sistema automatizzato per i controlli ai varchi di uscita entro i prossimi sei mesi dalla sottoscrizione dell'accordo.

«Grazie all'intervento congiunto tra Guardia di Finanza, nella persona del dottor Marano, l'Autorità portuale, nelle persone del presidente Annunziata e del segretario generale Grimaldi e il dottor Vestri, e la Dogana nella persona del dottor Trentino, si è siglato il protocollo d'intesa che stabilisce le misure da adottare nelle more della realizzazione di un sistema automatizzato di uscita dagli ambiti portuali», commenta Ciro Russo, segretario generale Fai Campania. «Proseguirà il nostro impegno atto a fare in modo che le istanze della categoria vengano attentamente valutate, in un clima di dialogo costruttivo e di trasparente collaborazione con le autorità preposte». Un accordo, conclude Russo, che «dimostra come il dialogo tra il settore dell'autotrasporto e le istituzioni porti ad una crescita che vedrà in futuro il porto di Napoli rientrare nel novero dei porti all'avanguardia, non solo in Italia ma anche in Europa».