|
adsp napoli 1
16 luglio 2024, Aggiornato alle 19,41
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Personaggi

Napoli, la Marina Militare ricorda Francesco Caracciolo

Cerimonia al borgo Santa Lucia organizzata dal comando logistico, a 225 anni dalla morte dell'ammiraglio prima borbone e poi rivoluzionario


Stamani nel Borgo di Santa Lucia a Napoli, presso la chiesa di Santa Maria la Catena, il Comando Logistico della Marina Militare ha organizzato una breve cerimonia per ricordare la figura dell'ammiraglio Francesco Caracciolo, a 225 anni dalla sua morte avvenuta il 29 giugno 1799.

Presieduta dall'ammiraglio di squadra Salvatore Vitiello, Comandante logistico Marina Militare e Comandante del Presidio militare interforze di Napoli, la commemorazione è culminata con la deposizione di una corona d'alloro sulla tomba dell'ammiraglio napoletano ubicata all'interno della chiesa. Presente una rappresentanza del locale Gruppo Associazione Nazionale Marinai d'Italia. 

Vissuto durante il Regno di Napoli, Francesco Caracciolo è nato a Napoli nel 1752, figlio del duca Michele dei Caracciolo di Brienza. È stato uno dei più importanti capitani della flotta al servizio del sovrano Ferdinando IV di Borbone. Ha partecipato all'assedio di Tolone del 1793, per espugnare la città dal controllo britannico e restaurare la monarchia dei Borboni. Nel 1795 ha combattuto nella battaglia di Genova, nella quale fu impedito ai francesi rivoluzionari lo sbarco in Corsica. Con la costituzione della Repubblica Partenopea francese post-rivoluzionaria, e rientrato a Napoli, Caracciolo si alienò dai borboni, contro i quali ha poi combattuto. Con la restaurazione del regno borbonico, e dopo una fuga a Calvizzano, un tempo feudo della famiglia, fu arrestato e il 30 giugno 1799 condannato a morte per impiccagione dopo un processo sommario.

Tag: napoli