|
adsp napoli 1
24 luglio 2024, Aggiornato alle 17,11
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Messina, porto lancia gara per nuovo terminal crociere

Una struttura da 1,840 metri quadri al costo di 7,6 milioni, di cui la metà finanziati dall'autorità di sistema portuale. Una volta in cantiere sarà pronta in un anno

(odb.it)

L'Autorità di sistema portuale dello Stretto ha pubblicato una gara per la costruzione e la gestione di un nuovo terminal crocieristico nel porto di Messina. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata al 15 settembre prossimo.

Dopo l'esito negativo della gara bandita nel 2019 a causa di ricorso e successivo contezioso amministrativo, l'autorità portuale ha preferito stavolta un iter diverso optando per un progetto di partenariato pubblico-privato, che comunque parte dal progetto esecutivo del 2018, aggiornato nella sola parte economica solo per poter avere una stima dell'investimento da porre a base di gara, pari a circa 7,6 milioni di euro. Lo spazio occupato dalla struttura sarà di 1,840 metri quadri.

L'autorità portuale contribuirà  con un finanziamento di 3,5 milioni di euro, pari a circa il 47 per cento del valore del terminal da costruire. La relativa concessione demaniale sarà di 21 anni (un anno di costruzione e venti anni di gestione).

La costruzione del terminal crociere dovrebbe durare un anno. Parallelamente, una tensostruttura temporanea garantirà i servizi ai passeggeri e alle navi che attraccano nel porto di Messina. Il precedente terminal dovrà comunque essere dismesso e smontato alla conclusione e collaudo dei lavori della nuova stazione marittima.

L'aggiudicatario dovrà essere un operatore economico con gestione pregressa di terminal, porti, idrovie e sevizi affini di accoglienza. Per la definizione della procedura di gara è stato dato un incarico specialistico per la redazione del piano economico finanziario di massima che, sulla base dei dati tecnico-economici e finanziari, ha stimato la tariffa a passeggero da porre a base di gara.

Come spiega il presidente dell'autorità di sistema portuale, Mario Mega, «la scelta che  abbiamo fatto, anche per velocizzare l'entrata in esercizio, è quella di individuare da subito un gestore che si faccia carico della costruzione del terminal, investendo anche risorse proprie, utilizzando come punto di partenza il progetto esecutivo a suo tempo predisposto dall'ente. Il traffico croceristico a Messina fa registrare un numero di scali di navi e di transiti di passeggeri che non sia erano mai verificati nel passato e che sembrano destinati a crescere sensibilmente nei prossimi anni».

-
credito immagine in alto

Tag: messina - crociere