|
napoli 2
04 dicembre 2020, Aggiornato alle 21,47
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Personaggi

Maurizio Manfellotto eletto presidente degli Industriali di Napoli

L'assemblea delibera e affianca al CEO di Hitachi Rail i vicepresidenti e i delegati

Maurizio Manfellotto, nuovo presidente dell'Unione Industriali di Napoli

Maurizio Manfellotto è il nuovo presidente dell'Unione Industriali di Napoli. Lo ha eletto l'assemblea dell'associazione imprenditoriale, svoltasi oggi in remoto, in cui è intervenuto anche il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi.

68 anni, laureato in ingegneria meccanica e navale, Manfellotto è presidente e amministratore delegato, nonché Group Chief Operating Officer Service e Maintenance, di Hitachi Rail, società del gruppo Hitachi specializzata nella costruzione di materiale rotabile.

«Un Mezzogiorno più competitivo per la ripresa dell'Italia. Il Sud è la questione nazionale e non è rinviabile», commenta in una nota l'Unione Industriali di Napoli. «Ridurre drasticamente gli squilibri regionali – continua - è la sola strada praticabile per rilanciare l'intero sistema di un Paese, che nell'arco di un ventennio ha visto tutte le sue regioni registrare un calo del Pil per abitante. E sono quattro le direttrici di marcia per conseguire l'obiettivo: investimenti, condizioni di attrattività, fondi strutturali, education».  

«La drammatica emergenza del coronavirus impone - secondo il nuovo presidente - di superare i gravi limiti di una rete sanitaria inadeguata, soprattutto nel Meridione, utilizzando i fondi del Mes. Pur considerando il disagio sociale non si possono caricare i costi della cassa integrazione Covid sul sistema produttivo già pesantemente esposto. Non si possono far pagare alle imprese i contributi della Cig ordinaria e quella della Cig Covid. Occorre lavorare per il dopo, aprire un tavolo di confronto sui nuovi ammortizzatori e sulle politiche attive per uscire prima e meglio dalle misure emergenziali. La nuova Cig va certamente legata a percorsi di formazione e riqualificazione. Servono riforme strutturali. Uscire dall'era dei sussidi ed entrare in quella della rioccupabilità. Napoli – conclude Manfellotto - può e deve diventare città perno di una filiera del digitale, deve consolidarsi come centro di una moderna impresa del turismo e della cultura, deve far leva sulle enormi potenzialità dell'economia del mare». 

Ad affiancare il presidente Manfellotto nel comitato di presidenza saranno i vicepresidenti:

Renzo Iorio - Green economy, Sostenibilità, Economia circolare
Costanzo Jannotti Pecci – Regole statutarie, Rapporti associativi e aggregazioni territoriali
Carlo Palmieri – Affari economici, politica industriale e competitività
Giancarlo Schisano – Internazionalizzazione, Rapporti con multinazionali
Francesco Tavassi – Economia del mare.

nonché i vicepresidenti di diritto: il presidente del Gruppo Piccola Industria Anna Del Sorbo (delegata a "Reti d'impresa e Responsabilità sociale di impresa") e il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Alessandro Di Ruocco (delegato a "Legalità, Start up e Passaggio generazionale").

Sono inoltre stati individuati i seguenti delegati:

Giancarlo Carriero – Turismo, cultura, vivibilità
Fabio De Felice – Education, Digitale
Paolo Minucci Bencivenga – Rapporti con categorie professionali
Luigi Salvatori – Affari sindacali

Il Presidente Manfellotto manterrà le deleghe per Interni, Marketing Associativo, Recovery Plan, Credito e Finanza, Salute, Mobility merci e passeggeri.