|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Personaggi

La musica del Mare Nostrum

Frammenti di Mediterraneo nelle immagini del musicista e fotografo Mario Mazzaro, in esclusiva su Informazionimarittime.it


Cos'hanno in comune la musica, il mare e la fotografia? "Il tragitto che compiono i suoni che riemergono dal mare della musica attraverso le reti lanciate dall'essere umano chiamato musicista, rimane un mistero. Così come lo scatto di una porzione di realtà, che diventa foto. E' certo però che suoni e immagini in qualche modo hanno a che fare con le traversate". Parola di Mario Mazzaro, musicista napoletano di solida esperienza che ha sempre provato la necessità di alimentare la sua vena creativa attraverso la forza del mare, dell'acqua che scorre, che ama e fotografa in giro per il Mediterraneo. Nei suoi apprezzati "frammenti" di Mare Nostrum – alcuni dei quali pubblicati in esclusiva su Informazionimarittime.it – c'è l'armonia inafferrabile di una Jam session, il colore mutevole di una composizione in divenire. La fotografia completa il suo percorso professionale ed esistenziale. Bassista, autore, compositore: in trent'anni di carriera Mazzaro ha suonato al fianco di noti cantanti e musicisti. Da Edoardo Bennato a Enzo Avitabile, da James Senese a Giorgia. E poi Nino Buonocore, Enzo Gragnaniello, Daniele Sepe, Marco Zurzolo e tanti altri. Con loro ha calcato i palchi dei più importanti Festival Jazz, Blues e Rock della Penisola. Ha pubblicato un CD a suo nome, "Un giorno così" (Panastudio Production), nel 1997. Attualmente insegna musica e da poco è uscito in libreria "Grooves Funk" (Edizioni Sinfonica Jazz), un volume didattico destinato a tutte le persone che suonano il basso. Ma a volte l'artista sente l'urgenza di manifestare se stesso con altri strumenti espressivi, "creando il ponderabile dall'imponderabile", spiega Mazzaro. "E' come governare un enorme mare".

M. Mo.