|
napoli 2
16 agosto 2019, Aggiornato alle 11,49
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Personaggi

"I migranti li recuperiamo noi". La proposta di uno skipper di Procida

Antonio Scotto Di Perta mette a disposizione le sue 15 barche a vela per soccorrere le persone bloccate da due settimane sulle navi delle ong al largo di Malta

Antonio Scotto Di Perta

Quindici barche a vela pronte a salpare per soccorrere e portare a Napoli i 49 migranti attualmente in mare sulle navi delle ong Sea Watch 3 e Sea Eye, da 16 giorni ferme nelle acque territoriali maltesi in attesa di ricevere il  permesso di attraccare in un porto. È la proposta dello skipper di Procida Antonio Scotto Di Perta, che sull'isola partenopea gestisce una società di charter e che ha condiviso sui social un'idea divenuta virale, come racconta Pasquale Raicaldo su Repubblica – Napoli: "Andare a prendere bambini e donne, subito, perché chi conosce il mare sa che le condizioni di questi tempi sono ostiche".

Numerosi skipper da tutta Italia hanno già dato la loro disponibilità. "Potremmo condurre i migranti – Ha spiegato Scotto Di Perta – portandoli in sicurezza sulle nostre barche al porto di Napoli, dove de Magistris ha dato disponibilità di ormeggio".
 

Tag: migranti