|
napoli 2
22 settembre 2021, Aggiornato alle 23,06
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Fratelli Cosulich ordina la sua prima bunkering a gas

Tramite una società dedicata, verrà costruita in Cina e consegnata nel 2023 per 45 milioni di dollari. Dodicesima della flotta, salgono a sei le bettoline

Un render della nave in costruzione

Il gruppo Fratelli Cosulich ordina la prima bunkering vessel a gas naturale liquefatto, da impiegare nel Mediterraneo. L'ordine, informa la compagnia e agente marittimo con sede a Trieste, è stato depositato e riguarda un'unità a 5,300 tonnellate di stazza, con una capacità di 8 mila metri cubi di gas e 500 metri cubi di ossido di magnesio per il bunkeraggio. Sarà dual fuel è verrà costruita nello stabilimento CIMC SOE di Nantong, in Cina.

Costerà circa 45 milioni di dollari, finanziato da un pool di banche composto da BPER Banca, Banca Popolare di Sondrio, Cassa Depositi e Prestiti, più la copertura assicurativa di SACE Simest con garanzia "green". È la dodicesima nave della flotta, che conta, inclusa questa, 6 bettoline e 6 general cargo. Verrà gestita dalla società ad hoc di recente costituzione Fratelli Cosulich LNG. Consegna nell'estate 2023.

Possiederà sistemi di misurazione fiscali del gas naturale liquefatto (GNL) e del gas naturale, sia quantitativi che qualitativi. Sarà inoltre prevista l'installazione di un impianto "subcooling" del GNL permettendo di avere Boil Off Gas Management, con la conseguente eliminazione totale dei potenziali impatti ambientali e riduzione delle perdite di carico. L'impianto di propulsione e manovra sarà di tipo azimutale, con doppia elica prodiera. Poiché si tratta di una nave con alta tecnologia ambientale, potrebbe ricevere una sovvenzione di 4,5 milioni di euro dall'Unione europea nell'ambito del programma Connecting Europe Facility (CEF), di cui la Cassa Depositi e Prestiti è «implementing partner» per la Commissione europea.

Continua quindi l'espansione della flotta per i Fratelli Cosulich, dopo i 6 general cargo impiegati l'anno scorso nella logistica dell'acciaio, l'acquisizione di realtà storiche, la creazione di nuovi presidi in Europa centrale tramite Express Global, più altre operazioni di acquisizione in settori strategici. L'attività nel trasporto di GNL viene dall'esperienza della società Ecos, che ha la gestione armatoriale del FSRU Toscana, il rigassificatore al largo della costa Toscana.

«Abbiamo voluto fondare la Fratelli Cosulich LNG con lo scopo di mostrare la leadership e l'imprenditorialità che il Gruppo ha sempre dimostrato nel nostro settore», commenta Andrea Cosulich, presidente onorario del gruppo. «Siamo chiamati – continua - ad agire per rendere lo shipping sempre più rispettoso dell'ambiente nell'interesse delle generazioni future. Seguendo la tendenza che vede le nuove navi in costruzione dotate di propulsioni alternative, soprattutto nell'ambito delle navi passeggeri, si è rafforzata l'idea di agire proattivamente, investendo economicamente in modo importante al fine di offrire una copertura nel bacino del Mediterraneo Il nostro Gruppo sarà pronto ad offrire i propri servizi con soluzioni all'avanguardia ed in linea con l'evolversi della tecnologia stessa».