|
Porto di Napoli
25 settembre 2018, Aggiornato alle 16,07
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Naples Shipping
Eventi

Formazione, Fincantieri e Università di Palermo insieme per il "Percorso di Eccellenza"

Conclusa la terza edizione del corso di studi nel campo della progettazione e costruzione navale 


Si conclude la terza edizione del "Percorso di Eccellenza", iniziativa nata nel 2014 dall'accordo stipulato tra Fincantieri e l'Università di Palermo, con lo scopo di avviare una specifica formazione nel campo dell'ingegneria navale e di avvicinare i giovani alle tematiche relative alla progettazione e alla costruzione di una nave. Il percorso, nato dalla volontà di Fincantieri di essere fattivamente presente sul territorio siciliano, dove ha sede uno dei suoi stabilimenti produttivi, rientra nella strategia di rafforzamento delle sinergie tra azienda e mondo accademico.

 
Attraverso questo accordo, l'Università di Palermo era così entrata nel novero dei pochi Atenei italiani in grado di offrire una specifica formazione in ambito navale, grazie all'avviamento di un percorso di eccellenza nell'ambito del corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica (dipartimento dell'Innovazione Industriale e Digitale - DIID).

Agli studenti più meritevoli, selezionati da una commissione di docenti, è stata così data l'opportunità di approfondire materie più peculiari grazie a corsi specialistici extracurriculari tenuti, fra gli altri, da personale qualificato messo a disposizione da Fincantieri o dal CETENA - Centro per gli Studi di Tecnica Navale, società del Gruppo, che si occupa di ricerca e consulenza in campo navale e marittimo. Successivamente i giovani hanno potuto acquisire competenze pratiche utili per un rapido inserimento nel mondo lavorativo grazie a tirocini curriculari svolti nelle diverse sedi di Fincantieri e in CETENA.


Nello specifico, durante questi tre anni, al "percorso" hanno partecipato in totale 17 studenti, segno dell'interesse dimostrato verso l'ambito navale, 14 dei quali sono stati ospitati nelle sedi di Fincantieri o al CETENA. Oltre al periodo di stage, hanno anche preparato la loro tesi di laurea magistrale su diversi argomenti legati alla navalmeccanica. La possibilità di lavorare a stretto contatto con i tecnici di Fincantieri ha fornito ai giovani conoscenze che ben difficilmente avrebbero potuto acquisire. Si tratta di un chiaro esempio di come l'avvicinamento dell'Università all'industria attraverso lo scambio reciproco di informazioni e competenze favorisca la formazione e l'ingresso immediato nel mondo del lavoro di neolaureati con esperienza aziendale già collaudata.


A coronamento di questa ulteriore fase del "Percorso di Eccellenza" oggi a Palermo sono state discusse tre tesi di laurea (si veda addendum a pag. 3), due delle quali riguardano i futuri sviluppi dello stabilimento di Palermo con particolare riferimento ai suoi bacini di carenaggio. A riprova della validità del progetto il fatto che tutti i giovani laureati in corso entro sei mesi sono stati assunti da aziende che operano nel campo della cantieristica e nel settore marittimo.

 
ADDENDUM

 
Università di Palermo
Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica
Dipartimento dell'Innovazione Industriale e Digitale - DIID
 
Titoli tesi discusse, relatore Prof. Luigi Cannizzaro:


1) Salvatore Carini, "Il cantiere navale di Palermo: analisi delle strutture esistenti e dei possibili interventi migliorativi"


2) Valentina Di Carlo, "Studio di fattibilità della trasformazione del bacino di carenaggio galleggiante da 52000 t del porto di Palermo per adattarlo a nuove esigenze operative"


3) Angela Amoroso, "Ottimizzazione del sistema di ventilazione della sala macchine di un HSC mediante analisi fluidodinamica"