|
napoli 2
24 ottobre 2020, Aggiornato alle 12,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Costa Crociere dona una tonnellata di cibo in eccesso

In occasione della Giornata internazionale dello spreco alimentare, l'armatore continua il suo impegno verso la Caritas diocesana di La Spezia


In occasione della Giornata Internazionale di Prevenzione allo Spreco Alimentare, Costa Crociere conferma il suo impegno nella lotta allo spreco donando una tonnellata di beni alimentari alla Caritas diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato.

La donazione comprende generi alimentari in eccesso come burro, pesce essiccato, frutta secca, condimenti, yogurt, tè, bibite, provenienti da Costa Fascinosa, nave della compagnia italiana arrivata martedì mattina nel porto della Spezia. I beni alimentari sbarcati dalla nave verranno utilizzati dalla Caritas nella sua opera di assistenza alle persone più bisognose sul territorio spezzino. L'iniziativa ha visto la collaborazione e il contributo della Capitaneria di Porto, della sanità marittima, dell'Agenzia delle Dogane e della comunità marittima spezzina.

«In questo modo la compagnia italiana ribadisce il suo impegno nella lotta allo spreco alimentare», si legge in una nota dell'armatore. Costa Crociere è stata infatti la prima compagnia a implementare un programma specifico di sostenibilità alimentare, chiamato 4GOODFOOD, che ha come obiettivo di ridurre gli sprechi alimentari del 50 per cento a bordo delle sue navi. 4GOODFOOD è un programma integrato che va dalla revisione dei processi di preparazione dei piatti alla gestione delle eccedenze di cibo, attraverso la sensibilizzazione e il coinvolgimento di ospiti, equipaggio e comunità locali.

Da luglio 2017, grazie all'applicazione della Legge 166/2016, oltre 180 mila porzioni dei pasti preparati a bordo e non serviti agli ospiti delle navi Costa sono state donate ad organizzazioni impegnate nell'assistenza a persone in difficoltà, grazie alla collaborazione con il network del Banco Alimentare in Italia e all'estero.

Le donazioni nei porti italiani sono proseguite anche durante il periodo di pausa delle navi per l'emergenza Covid-19, per un totale di oltre 50 tonnellate di genere alimentari, provenienti anche dalla flotta di AIDA Cruises, marchio italiano del Gruppo Costa. Alla Spezia, si tratta della seconda donazione effettuata alla Caritas da parte di Costa Crociere, dopo quella del 3 aprile di Costa Pacifica.

Costa Fascinosa è arrivata a La Spezia proveniente da Santa Cruz de Tenerife con a bordo solo i 154 membri d'equipaggio. La nave rimarrà nel porto ligure in vista della ripartenza delle sue crociere, prevista nella primavera del 2021, con itinerari di 12 giorni diretti a Capo Nord e di 9 giorni nel mar Baltico.