|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi - Logistica

Consiglio direttivo Alis, Guido Grimaldi: "Importante il rifinanziamento di Marebonus e Ferrobonus"

Il presidente dell'associazione ha sottolineato la necessità di ulteriori interventi concreti e di maggiore comunicazione delle opportunità professionali legate a trasporto e logistica

Durante i lavori del consiglio direttivo Alis

Il consiglio direttivo di Alis si è tenuto ieri per la prima volta nella sede di un'azienda associata. "Per questo motivo ringrazio a nome di tutta Alis gli amici di Würth Italia per la puntuale organizzazione e la splendida accoglienza che ci hanno riservato". Il presidente di Alis Guido Grimaldi ha aperto con queste parole il consiglio direttivo dell'associazione, che si è tenuto presso la sede del socio consigliere Würth Italia a Capena, vicino Roma, e che ha visto la partecipazione attiva dei numerosi soci e dei presidenti delle commissioni tecniche.

"È stato veramente un onore ospitare oggi nella nostra sede di Capena - ha dichiarato l'ad di Würth Italia Nicola Piazza - il consiglio direttivo di Alis. Per Würth è sempre un piacere poter ospitare aziende partner con cui creare sinergie, rafforzando la collaborazione con uno sguardo sempre orientato all'innovazione e alla sostenibilità. Proprio questi ultimi sono due pilastri chiave che accomunano il futuro di Alis e Würth".

"È proprio su digitalizzazione e sostenibilità – ha proseguito Guido Grimaldi - che vogliamo contribuire a formare nuove generazioni sempre più pronte per l'ingresso nel mondo del lavoro e a supportare aziende sempre più competitive nei mercati internazionali. Oggi infatti, oltre agli importanti investimenti previsti nel PNRR a supporto dell'innovazione e della digitalizzazione, poniamo massima evidenza alla transizione ecologica, che è una tematica fortemente diffusa e comunemente discussa a più livelli, a testimonianza di quanto la sostenibilità rappresenti oggi una necessità, un dovere e una responsabilità dal quale nessuno di noi può e deve esimersi". 

"In tale direzione apprezziamo l'impegno governativo nel trasporto marittimo e ferroviario, nei confronti dei quali, grazie alle risorse stanziate dal Fondo complementare al PNRR e come previsto nei recenti decreti firmati dal ministro Giovannini, sono stati stanziati 500 milioni per il rinnovo della flotta navale e 200 milioni per il rinnovo delle infrastrutture ferroviarie e del materiale rotabile. Allo stesso tempo, auspichiamo però interventi a favore del rinnovo delle flotte camionistiche al fine di risolvere il paradosso di un Paese fortemente orientato al green come l'Italia, che ha però il parco mezzi stradale più anziano d'Europa, secondo solo alla Grecia".

"Apprendiamo poi con piacere quanto sia ora compreso il valore dell'intermodalità e del trasporto sostenibile che Alis porta avanti da sempre in quanto per noi rappresenta l'unica alternativa valida e più competitiva, anche se non la soluzione definitiva, per la conversione modale e l'effettiva riduzione delle emissioni inquinanti, dal momento che attualmente le nuove tecnologie non permettono - sia perché non ancora disponibili sia perché troppo care - di essere totalmente carbon-free. Un valore supportato concretamente dalle misure incentivanti Marebonus e Ferrobonus che, come previsto nei due decreti direttoriali del MIMS pubblicati in questi giorni, per il 2021 saranno ridefinite in maniera significativa con una dotazione praticamente raddoppiata, prevedendo infatti un importo complessivo pari a 45 milioni di euro per il Marebonus e 50 milioni per il Ferrobonus e permettendo così di sottrarre ancora più camion dalle strade verso il mare e verso il ferro, con conseguenti benefici in termini di sicurezza stradale e di tutela ambientale. Un risultato importante per Alis, che ha sempre portato avanti istanze per il riconoscimento dell'intermodalità, ma che oggi rappresenta un primo passo e non un traguardo definitivo, poiché continuiamo a ritenere necessario che tali misure siano rese strutturali e siano aumentate a 100 milioni all'anno per ciascuna misura".

"La nostra associazione – ha precisato Guido Grimaldi - sta inoltre lavorando costantemente per mettere sempre più a sistema e far confrontare l'intera galassia della filiera logistica e per evidenziare tanto le opportunità derivanti dal nostro settore quanto le necessità che le aziende vivono nella loro operatività quotidiana. È a tal proposito assolutamente opportuno riuscire a comunicare, anche attraverso appositi percorsi formativi e apposite interazioni dirette con scuole, ITS e Università, quanto il settore del trasporto e della logistica offra in realtà numerose ed importanti opportunità professionali per i giovani, anche e soprattutto attraverso la ricerca di nuove skills digitali sempre più orientate al futuro".

"Siamo quindi pronti per le prossime importanti iniziative associative sia a livello comunicativo, intensificando la programmazione e l'attività della nostra tv Alis Channel ed avviando il nuovo progetto di Alis Magazine, la rivista mensile dedicata al settore e alle notizie del mondo politico ed imprenditoriale, che sul piano degli eventi pubblici, per cui organizzeremo - ha concluso il presidente Grimaldi - l'assemblea Alis e gli Stati Generali del trasporto e della logistica dal 30 novembre al 1 dicembre nella nostra sede nazionale di Roma e, con il nuovo anno, la fiera LetExpo che si svolgerà dal 16 al 19 marzo 2022 a Veronafiere".
 

Tag: alis