|
napoli 2
22 maggio 2019, Aggiornato alle 09,11
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

Ferrovie, le compagnie europee si coalizzano per raddoppiare la quota merci

Varata in Polonia la Rail Freight Forward. Quattordici membri, tra cui Mercitalia


Poco prima di Natale è stata varata a Katowice in Polonia la Rail Freight Forward, coalizione di società ferroviarie europee impegnate a ridurre l'impatto negativo del trasporto merci sul pianeta. L'obiettivo principale, riferiscono Railpage.com e Cisco, è il raggiungimento di una quota modale del 30% per ferrovia entro il 2030. La ferrovia è il modo di viaggiare motorizzato più efficiente dal punto di vista del carbonio: le emissioni di CO2 derivanti dalle ferrovie rappresentano meno del 3% delle emissioni di CO2 dei trasporti, sebbene movimentino il 17% del trasporto merci interno e l'8% di passeggeri in Europa, secondo la CER (European Railway and Infrastructure Companies), uno dei partecipanti alla coalizione. 

Nonostante tali fatti, il trasporto ferroviario rappresenta attualmente solo il 18% del mercato del trasporto merci. Secondo il Libro Bianco sui Trasporti della Commissione Europea del 2011, entro il 2030 dovrebbe essere possibile dirottare più del 30% del trasporto merci stradale oltre i 300 chilometri verso altre modalità come il trasporto ferroviario o via acqua. La Rail Freight Forward Coalition ha sottoscritto il 14 dicembre la Rail Freight Vision 2030 e il suo manifesto, sottolineando così l'obiettivo.

Gli altri membri della coalizione Rail Freight Forward sono BLS Cargo, CD Cargo, CFL Multimodal, DB Cargo, GreenCargo, Lineas, Gruppo LTE, Mercitalia, OstWest Logistik, PKP Cargo, Rail Cargo Group, FFS Cargo, SNCF Logistics e ZSSK Cargo.